Brani

Questa sezione del sito racchiude lo storico di tutte le recensioni che sono iniziate nell'agosto del 2012.

Larchivio può essere visualizzato a livello temporale, per artista e/o per genere, in maniera da poter gustare tutte quelle che sono state le evoluzioni del progetto stesso.

Seleziona il genere di musica che più ti interessa; ignora questo filtro per visualizzare i brani di tutti i generi disponibili.
Seleziona un artista, tra quelli presenti nel menu.

L'incrocio

Un grido disperato di chi ha passato il proprio tempo dietro a falsi idoli!

Ecco l'incrocio, un singolo d'impatto assicurato per energia, profondità del testo e grande spessore tecnico.
L'intro, quasi inquietante non lascia presagire tutto ciò che si cela in pochi minuti, ma basta poco per iniziare a battere il piede ed allungare la mano verso il pomello del volume per scaricare tutti i cavalli del nostro impianto stereo!

Me lo spieghi

Rabbia, energia con un pizzico di malinconia...

Sintesi perfetta per un brano dai contorni un po' "heavy", ma con quel tocco di melodico tipico dell'essere latino.
L'intro un po' rutilante di basso si mixa a pennello con una chitarra distorta che invita ad alzare il volume al massimo.

Una vera chicca per gli amanti del rock vero, sanguigno e pieno di energia.

Forme e cristalli

Atmosfere un po' fumose, un wisky torbato ed un "Avana" tra le dita...

Questa immagine scatta, automatica, quando inizia "forme e cristalli, la "title track" del disco di questi Cube Loose che si propongono con un pezzo decisamente suonato!

Atmosfere un po' oniriche, ma tantissima tecnica e tanta anima in una formazione la quale, in una quotidianità musicale legata a tanta elettronica, oggi, si propone con tracce quasi unplugged dalle quali trasudda un background denso di capacità indiscutibili... detto in parole povere:
"questi suonano davvero!"

Preso de tu amor

Atmosfere reggae, freschezza e voglia di Giamaica!

Una sintesi, questa, che identifica il progetto Rude & The Lickshots.
Ascoltare "Preso de tu amor" fa venire voglia di ballare, di estate e racchiude in questi pochi minuti, un'energia propria solo del genere reggae che, non dimentichiamolo, nasce anche per manifestare un modo di vivere di una popolazione, quella giamaicana, che, attorno a se, racchiude anche il mistero di origini molto particolari.

Pane e musica

A pane e musica, di questo si nutre l'ispirazione di Sal Di Martino...

Tanto funky in questa canzone che esalta tutta il soul di un artista dalla vena sempre più black!
Fiati, chitarra funky, basso e batteria incalzanti... indubbia la contaminazione con i giganti della musica di sempre, ma quanta passione e quanto gusto in questo piccolo capolavoro di un autore che non fa che stupire per la grandissima classe e dalla voce che resta impressa anche se non lo si vuole.

Anubi

Non deve trarre in inganno l'aspetto melodico di questa canzone che, se ascoltata superficialmente, potrebbe sembrare una traccia come tante altre, nel panorama pop.

Il giorno prima del'amore

Una dolce filastrocca che, però, sintetizza ciò che è l'amore nell'accezzione legata alla quotidianità di tutti i giorni...

Questa è la sintesi di un brano estremamente fresco, ben arrangiato che possiamo sì, inserire nel genere "pop" più comunemente inteso, ma con una cura negli arrangiamenti che non passa inosservata soprattutto per la tecnica ed il gusto del chitarrista, Federico Trevisan, vero cerimoniere e deus ets machina dell'autrice riminese!

Una vita piena di colore

Groove ed anima! In questa definizione si racchiude ciò che si prova ascoltando questo brano di Sal Di Martino; sicuramente uno slow, ma con quell'energia sotto sotto, che solo chi ha il "black sound" nelle vene può esternare! Tutto curatissimo: da una sezione di percussioni davvero raffinata fino ad un piano elettrico davvero ben suonato, con un ammond, in sottofondo che arricchisce, per finire ad una chitarra molto discreta, ma suonata con grandissimo gusto.

Vetrine

Un pezzo pazzesco!
Non ci sono altre parole che possono descrivere questa canzone... 6 minuti dove si può ascoltare di tutto e suonato con una qualità incredibile!

Si parte con il classico stile "ballad", con una chitarra classica a fare da sfondo con rif davvero di gran gusto per sfociare nell'energia del ritornello con il distorsore a farla da padrone, ma il top lo si respira nei due incisi dove la tecnica di Fabio serra fa, letteralmente, cantare la chitarra: tapping, leva, banding e pullof.. sono il visibilio di quelli che amano i virtuosismi "chitarristici".

Go Back Home

Gli amanti del rock un pochino più tosto non potranno che saltare sulla sedia nel sentire questa traccia...
Gli Acid brains rappresentano una splendida e, soprattutto, longeva realtà del panorama rock italiano.

Questa band, atttiva ormai sin dal 1997, scarica tutta la sua energia in un cocktail di chitarre sì, distorte, ma assolutamente ben curate, una ritmica precisissima e di grande energia ed atmosfere che oscillano tra il malinconico e l'arrabbiato.

Pagine

Abbonamento a Brani