Elisabetta

Ancora una rivista dove la figura della regina appare, sembra immortale e per lei il tempo non passa mai... Lui guardando si chiede come può esser la vita di una regina nel 21esimo secolo... Irriverente, ironico e carico di groove... Igor Nogarotto, dopo Eleonora sei normale, vira sull'ironico con un pezzo decisamente più leggero dedicando alla regina Elisabetta d'Inghilterra una canzone molto colorata anch'essa facente parte del suo disco D di Donne, un concept album tutto al femminile! Quando ci sono qualità ed idee l'energia rotola davvero in maniera spontanea e fluidissima! Il motore del pezzo è sicuramente la linea ritmica che grazie ad un bit caratterizzato da un gioco cassa/rullante dritto in 4 regala un timing intenso e potente. Il basso, preciso e pulsante sul battere, resta al servizio della canzone così come una ritmica di chitarra elettrica, decisamente funky, arricchisce il groove dando ulteriore carica all'assieme. Tappeti di tastiere assieme a giochi ed effetti vari tinteggiano colori un po alla "Saturday night fever" l'arrangiamento e pongono l'accento su di un mood sicuramente leggero, ma mai banale. Sempre molto interessante la performance di igor che riesce a passare dal serio al faceto con grande eleganza dimostrandosi non solo songwriter di razza, ma anche performer appassionato e di grande duttilità. Da gustare in cuffia a volumi potenti!

La storia

Dopo il successo di "Eleonora sei normale", progetto sui disturbi alimentari, il secondo singolo del cantautore Igor Nogarotto estratto dall'album "D Di Donne" è "Elisabetta" tributo all'icona mondiale della longevità e della salute la Regina del Regno Unito ELISABETTA II Nel video tanti volti noti del mondo dello spettacolo che hanno voluto omaggiare la Regina Elisabetta: da Giuseppe Giacobazzi, Marco Della Noce, Leonardo Manera e Giorgio Verduci colonne storiche di Zelig, a Capitan Ventosa e Cristiano Militello di Striscia la notizia, a BAZ di Colorado, a Marco Sentieri Festival di Sanremo 2020 Il brano "Elisabetta" è dedicato all'icona delle donne, Elisabetta II, Regina del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord e degli altri reami del Commonwealth, 94 anni compiuti lo scorso 21 aprile (1926), simbolo nell'immaginario collettivo mondiale di salute e longevità; Elisabetta che tra aprile e maggio (appena per la 4° volta in 68 anni di Regno) ha rilasciato dichiarazioni, parlando del coronavirus, lanciando messaggi di speranza come: "Vinceremo e torneremo insieme" e "Mai mollare". Descrivendo il momento di difficoltà economica del Paese, l'autore Igor Nogarotto, indebitato con la sua compagna, dichiara di tentare la fortuna cercando una HIT perché: "Elisabetta noi senza tetto, ti canto e spero di avere successo, così poi ti restituisco tutto". "Elisabetta" è la seconda tappa dell'iter di brani interamente dedicati al mondo femminile, tutti facenti parte del concept album di Igor Nogarotto dal titolo "D Di Donne": mentre in "Eleonora sei normale" si è affrontata una tematica riflessiva come i disturbi alimentari in "Elisabetta" si tratteggia il lato più ironico e giocoso della Donna. Le scene del video vedono alternarsi personaggi televisivi noti al grande pubblico quali le colonne storiche di Zelig Giuseppe Giacobazzi, Marco Della Noce, Leonardo Manera e Giorgio Verduci, poi Capitan Ventosa Fabrizio Fontana e Cristiano Militello di Striscia la notizia, BAZ di Colorado ed RDS, Marco Sentieri finalista Sanremo 2020, Giovanni Germanelli, Stefano Ferrini ed Elena De Stefano di Radio Piombino, Salvatore Riso di Radio L'Olgiata, la cantastorie romana Nicole Riso, Alessandro De Gerardis di RAI Isoradio, la scrittrice Mariavittoria Strappafelci, oltre ai contributi da tutta Italia (e non) di Alessia Luce e Gianluca (Asti), Romilda (Sassari), Ylenia e Camilla (Lecco), Diego (Napoli), Elisabetta e Davide (Bologna), Salvo (Palermo), Didi (Roma), Roberto (Reggio Calabria), Sara e Francesca (Cuneo), Elena (Prato), Silvia (Rovigo), Marco (Milano), Ivan (Padova), Alessandro (Lecce), nonché Liza e Ivan da Budapest. leggi la storia di Igor!

Artista: 

Igor Nogarotto

Genere: 

pop

Copertina del brano: