Debacle

Un quartiere popolare di una grande città, la vita scorre lenta durante l'estate torrida, le persone arrancano, cercando di arrivare a sera, con la netta sensazione di essere ogni giorno più soli...

Atmosfere cariche di psichedelia e sonorità dai tratti "new age" in pieno stile anni '80.

Una linea di basso molto ricca, ad inizio traccia, impreziosisce un drumming dal bit molto essenziale e senza fronzoli lasciando spazio, da metà pezzo in poi, ad un crescendo di chitarra elettrica che esplode in un'apoteosi di sonorità distorte e cariche di riverbero.

Il politico

In una cucina di un appartamento popolare la televisione rimanda immagini di politici incravattati che parlano di nulla, i loro discorsi sono fini a se stessi ed, addirittura, sgrammaticati...
Nei loro occhi si nota l'arroganza di chi sa di non valere...

Dissacrante, ironico e maledettamente reale!

Nuovo nero

Il classico barettino di paese in piena estate, un gruppo di ragazzotti bighelllona davanti all'entrata e commenta ciò che accade attorno a loro criticando tutto e tutti, ma i primi a sentirsi fuori posto sono proprio loro in questo mondo che non ha più ne capo ne coda...

Nuovo nero è il secondo singolo di Enrico Farnedi, tratto dall'album "Auguri Alberta" e mette in mostra quell'ironia e quel cinismo che sono un po' la firma d'autore in tutto il disco.

Un minuto in più

La spiaggia infuocata della riviera, il sole a picco innonda ogni cosa e l'atmosfera rilassata di una vacanza tipica apre a nuove passioni che, ormai, vanno al di là delle singole estrazioni sociali... l'estate apre sempre i cuori e le menti...

Un reggae solare e curatissimo nelle sonorità è il Marchio di fabbrica di Babaman che esce con un singolo che è, de facto, l'apripista di un album che vedrà la luce in autunno.

Tipici il basso e la chitarra, rigorosamente in levare, a far da compendio ad un drumming davvero avvolgente.

Aubergine

La canicola estiva lancia vampate di afa attraverso l'asfalto, lui, in auto, e fermo al semaforo con l'autoradio a tutto volume, i bassi fanno vibrare l'aria e il pensiero vola a ciò che dovrà dire per evitare guai...

Energia a mille in questo singolo d'esordio dei Woods of Karma i quali irrompono nel panorama musicale con il loro sound fatto di sonorità sanguigne e coinvolgenti!

Chitarre graffianti ed allo stesso tempo gustosissime, incorniciano l'insieme con un basso molto semplice, ma efficace e sempre preciso sulla cassa.

Liberi

Una festa di paese in piena estate, è sera e lui e lei camminano mano nella mano tra le bancarelle... la serenità è dipinta nei loro volti e la si legge nei loro occhi che brillano di sentimento, ma la gente li osserva sgomenta, il colore della loro pelle non è lo stesso!

Un groove davvero avvolgente caratterizza questo singolo di Fabio Dema attraverso il quale, in maniera molto easy, parla di problemi razziali.

Cuba 1998

Una spiaggia bianca sull'oceano, le foglie delle palme vengono stuzzicate dalla brezza dell'alba e l'ombra che si allunga sulla sabbia sfiora i suoi piedi nudi, il suo sguardo corre lontano verso momenti che non torneranno più...

Atmosfere a dir poco estive per questo ritorno di Saimon Fedeli con il suo nuovo singolo che fa da apripista ad un progetto tutto nuovo.

Tanto gusto e bossa in una traccia davvero raffinata, sia nella sua globalità che nelle singole voci degli strumenti.

La Fidanzata

Una cittadina in riva all'oceano, il sole allo zenit picchia duro sulle baracche vicine al litorale... l'orizzonte è zaffiro puro mentre l'entro terra è macchiato dal degrado della povertà che si insinua nella quotidianità delle persone...

Si intitola la ragazza il singolo apripista per il nuovo concept album di Fabrizio Consoli.
Atmosfere tra il folk ed il pop, con quel pizzico di latino che vanno a colorare di esotico un insieme di grandissimo gusto.

Shame

La canicola estiva soffoca le strade di una cittadina di campagna, la vita si snoda lenta durante la giornata e lei, sinuosa, si aggira tra le vie del paese... alcune gocce di sudore brillano, come perle, sulle spalle nude bruciate dal sole...

Un pezzo incredibile, per originalità, ritmo e groove, per questa band che fa del "fuori dagli schemi" il suo marchio assoluto.

Una Fender effettata con un flanger molto vintage, accompagna tutta la linea melodica che viene sostenuta da un drumming di livello veramente alto.

Guidami

Un piccolo molo di una cittadina rivierasca, una brezza invernale gela i passanti...
Lui si alza il bavero dell'impermeabile e lo sguardo, che corre lontano verso il largo, trasporta i pensieri a lei che non c'è più...

Atmosfera languida e malinconica per il singolo che fa da apripista al nuovo album dei Roccaforte.

Un incedere molto morbido, inizialmente, si evolve in un crescendo lento, ma violento, regalando agli amanti del rock una ballad di grandissimo spessore.

Pagine

Abbonamento a IlGerone.net - Recensioni musicali di Vainer Broccoli RSS